Membri della Comunità Capi

Conosciamo meglio le persone che portano avanti il gruppo quest'anno

La Comunità Capi

La nostra Comunità Capi quest'anno è composta da 14 persone, tutte impegnate in un servizio educativo all'interno del gruppo. Per molti di loro si tratta del primo anno come capi scout, per cui iniziano con noi il percorso che li porterà ad ottenere il Brevetto di Capo Scout ed il Wood Badge. Siamo seguiti dal Parroco della chiesa di San Cetteo, don Francesco Santuccione, che quest'anno ci ha presentato suor Giuseppina, interessata a scoprire il grande gioco dello scautismo per la prima volta.

I soci adulti presenti nel Gruppo formano la comunità capi che ha per scopo: l’elaborazione e la gestione del progetto educativo; l’approfondimento dei problemi educativi; la formazione permanente e la cura del tirocinio dei soci adulti; l’inserimento e la presenza dell’Associazione nell’ambiente locale.
Agescidallo Statuto

Progetto educativo

Il Progetto Educativo è lo strumento che, ispirandosi ai principi dello scoutismo, individua le sfide in cui il Gruppo è chiamato ad impegnarsi. Esso ha il compito di rendere l’intenzionalità educativa di ciscun capo più incisiva nelle attività e sul territorio. Leggi più about “Progetto Educativo”

antonella

Antonella Amicone

Capo gruppo e Capo Branco
domenico

Domenico Amicone

Capo gruppo e Maestro dei Novizi

Ilaria Alessandroni

Capo Fuoco
michele

Michele Petraccia

Capo Clan
ermelinda

Ermelinda Mincone

Capo Reparto
fabrizio

Fabrizio Caposiena

Capo Reparto
Tiziano

Tiziano Acampora

Aiuto Capo Branco
julia

Julia Batista

Aiuto Capo Reparto

Giacomo Munge

Aiuto Capo Reparto

Martina Garbin

Aiuto Capo Reparto

Gianni Fortieri

Capo Branco

Lucia Volpe

Aiuto Capo Branco

Francesca Mazzucato

Aiuto Capo Branco

Suor Giuseppina

Membro della Co.Ca.
francesco

Francesco Rulli

Capo Gruppo in seconda

Come si diventa un capo scout?

Tutti possono farlo e non servono super-poteri. Solo buona volontà, spirito di servizio, entusiasmo e la consapevolezza di essere anche dei catechisti.

Non serve esserlo stato da ragazzi, ma tutti gli adulti significativi possono diventare dei bravi capi, l'Agesci e la Comunità Capi propongono un percorso formativo adeguato.

C'è una cosa che è importantissimo conoscere e condividere per intraprendere questo percorso: è il Patto Associativo. Si tratta di un documento che racchiude tutti i valori e le caratteristiche imprescindibili per la proposta scout.